Vette dell’appennino

Monte Nerone, regno di grotte, forre ed abissi Ci troviamo nella parte più settentrionale della Dorsale Umbro- Marchigiana, a poca distanza con l'Umbria dal valico di Bocca Serriola. Dall'alto dei suoi 1525 m., il Monte Nerone è per altezza la seconda montagna dell’Appennino pesarese, ma è...

Monte Fumaiolo, la montagna delle sorgenti sacre L'origine più probabile del nome è la più ovvia: Fumaiolo deriva dal termine "fumo", poiché la sua vetta e le sue pendici sono spesso sovrastate da un pennacchio di nubi, le quali sembrano levarsi in cielo dalla vetta del...

Monte Catria, il "gibbo" consacrato da Dante Il massiccio del Monte Catria (1701 m.) è il rilievo più alto della provincia di Pesaro e del tratto appenninico che va dai Sibillini alle montagne del bolognese. Una montagna definita "un atlante geologico" che racconta l'intero arco temporale...

Appennino Fabrianese, i sentieri del silenzio L’appennino Fabrianese racchiude le cime che alimentano il fiume Esino, uno dei grandi fiumi marchigiani, in una zona situata tra la catena appenninica umbro-marchigiana e la grande “Conca Camerte”, bacino pianeggiante che si estende da Fabriano a Camerino, racchiuso tra...

Monte Petrano, l'altopiano fiorito Il Monte Petrano appartiene alla porzione più settentrionale della dorsale Umbro-Marchigiana, leggermente staccata dalla vicina linea spartiacque, ed è avvolto dalle valli dei fiumi Burano, che lo separa dal gruppo del Monte Catria, e del torrente Bosso che lo divide dal Monte...

Alpe della Luna, l'ultimo rifugio dei carbonai Questo vasto massiccio di arenaria, che deve il suo nome ad una singolare e imponente scarpata rocciosa a forma di mezzaluna (Ripa della Luna), è un luogo lontano dai centri abitati, avvolto in tranquilli boschi di faggi, aceri e...