Cammino dell’Alta Via delle Marche

dal Monte Catria al Monte Cucco via Fonte Avellana
Italia-viaggio
Dal 23 Aprile 2022
al: 25 Aprile 2022
posti rimanenti
Livello di difficoltà 3
355 € a persona
Italia-viaggio
Difficoltà 3

Cammino dell’Alta Via delle Marche

Fonte Avellana - Mostra sulla mappa
Prezzo: 355 € (a persona)

Ti presentiamo il viaggio

Cammino dell’Alta Via delle Marche: dal Monte Catria al Monte Cucco via Fonte Avellana

L’Alta Via delle Marche è un cammino nato nel 2015 che si sviluppa per un totale di 415 Km lungo l’appennino umbro-marchigiano, dal Montefeltro fino ai confini con il territorio abruzzese. Un tracciato diviso in 27 tappe che, percorrendo principalmente sentieri di montagna, attraversa ben sei aree protette alla scoperta dell’entroterra marchigiano, promuovendone la sua grande ricchezza ambientale, artistica e culturale. In questa tre giorni si percorreranno le tappe 9, 10 e 11 dall’Alta Via delle Marche che attraversano i territori compresi tra le cime più alte dell’Appennino Marchigiano settentrionale. Si partirà dalla “Città del Pane”, Cantiano, per salire poi verso il Monte Catria tra sconfinate praterie e panorami mozzafiato.  Scenderemo poi verso uno dei luoghi di culto più importanti e suggestivi delle Marche, il Monastero di Fonte Avellana dove soggiorneremo per la notte. Nei due giorni successivi entreremo in territorio umbro, andando alla scoperta del Parco Regionale del Monte Cucco. Un’area meravigliosa che stupisce per le sue sconfinate faggete, le pareti rocciose e i numerosi torrenti dalle limpidissime acque. Un territorio da scoprire assaporandolo con la lentezza del cammino guidati da Luca, uno degli ideatori dell’Alta Via delle Marche.

 

Programma

1

Sabato 23 Aprile

Da Fonte Luca (Cantiano) al Monastero di Fonte Avellana (Serra Sant’Abbondio) Ritrovo all'Albergo Monte Cucco da Tobia (punto conclusivo dell'itinerario) e spostamento con minibus con conducente verso località Fonte Luca. Di qui si parte per arrivare fino alla grande croce in vetta al Monte Catria (1701 m), passando lungo suggestivi tratti di faggeta, ampi prati di crinale tra l’Acuto e l’Infilatoio e la chiesetta di San Pier Damiani. Una lunga discesa sul Sentiero dei Carbonai, sempre all’ombra, permette di raggiungere il Monastero di Fonte Avellana, incastonato alla testata di una valle in luogo solitario ed isolato. Visita guidata alle meraviglie del Monastero di Fonte Avellana tra cui la sala adibita a scriptorium del XII secolo e il grande Tasso plurisecolare presente nel giardino botanico. Cena nel refettorio del monastero. Pernotto nella foresteria del Monastero di Fonte Avellana. in camere doppie con bagno privato.

Appassionati ★★★☆

Cammin0 6 h, Distanza 10 km, Dislivello ↑850 m ↓1100 m

2

Domenica 24 Aprile

Dal Monastero di Fonte Avellana (Serra Sant’Abbondio) a Pascelupo (Scheggia e Pascelupo)  Colazione nel refettorio. Dal Monastero di Fonte Avellana si risale la Costa Calecchie per raggiungere prima il Piano di Sant’Angelo e poi il Piano delle Quaglie da dove si ammira una vista incredibile sul Corno del Catria, la parte rocciosa dell’omonimo monte. Tra quelle rocce nidifica l’Aquila reale e non è così raro vederla veleggiare sopra le proprie teste. Si scende poi ad Isola Fossara per camminare lungo il rilassante torrente Sentino e salire infine a Coldipeccio e Pascelupo, località in cui si alloggeremo immersi nella quiete di una piccolissima frazione montana. Sistemazione e pernotto in agriturismo in camere doppie con bagno privato. Cena completa in agriturismo a base di specialità locali.

Appassionati ★★★☆

Cammin0 6 h, Distanza 14 km, Dislivello ↑650 m ↓800 m

3

Lunedì 25 Aprile

Da Pascelupo (Scheggia e Pascelupo) a Val di Ranco (Monte Cucco) Dal piccolo borgo di Pascelupo si scende per toccare le acque del Rio Freddo e la parte finale della sua suggestiva gola e poi salire fino all’Eremo di Pascelupo, ancora oggi utilizzato da uno sparuto nucleo di eremiti. Qui il sentiero si inerpica fino a Pian delle Macinare, alle pendici del Monte Cucco, dove un bel prato bordato da faggi secolari invita ad una sosta rigenerante. L’ultima parte dell’escursione si svolge all’interno di una bella faggeta su di un tratto a mezzacosta sul versante est del Monte Cucco. Al termine dell’escursione sosta consigliata Da Tobia per una birra e una prelibata crescia. Saluti finali e termine dei nostri servizi.

Appassionati ★★★☆

Cammin0 6 h, Distanza 11 km, Dislivello ↑800 m ↓250 m

Costi

La tua guida

Cammino dell’Alta Via delle Marche
Luca Marcantonelli

Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari, Guida Ambientale Escursionistica dal 2018 e Guida del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Nel 2015 ha partecipato all’ideazione e realizzazione del cammino “Alta Via delle Marche”. È coautore di due guide escursionistiche pubblicate dalla Iter Edizioni: “A piedi sull’alta Via delle Marche” e “Umbria a piedi”. Fa parte del blog “Con in faccia un po’ di sole” ed è socio fondatore de “La Sibilla Società Cooperativa” che si occupa prevalentemente di escursionismo ed attività outdoor.

Penali e Assicurazioni

Chiedi informazioni: è gratis!

* campi obbligatori

Share

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Ti presentiamo il viaggio

Cammino dell’Alta Via delle Marche: dal Monte Catria al Monte Cucco via Fonte Avellana

L’Alta Via delle Marche è un cammino nato nel 2015 che si sviluppa per un totale di 415 Km lungo l’appennino umbro-marchigiano, dal Montefeltro fino ai confini con il territorio abruzzese. Un tracciato diviso in 27 tappe che, percorrendo principalmente sentieri di montagna, attraversa ben sei aree protette alla scoperta dell’entroterra marchigiano, promuovendone la sua grande ricchezza ambientale, artistica e culturale. In questa tre giorni si percorreranno le tappe 9, 10 e 11 dall’Alta Via delle Marche che attraversano i territori compresi tra le cime più alte dell’Appennino Marchigiano settentrionale. Si partirà dalla “Città del Pane”, Cantiano, per salire poi verso il Monte Catria tra sconfinate praterie e panorami mozzafiato.  Scenderemo poi verso uno dei luoghi di culto più importanti e suggestivi delle Marche, il Monastero di Fonte Avellana dove soggiorneremo per la notte. Nei due giorni successivi entreremo in territorio umbro, andando alla scoperta del Parco Regionale del Monte Cucco. Un’area meravigliosa che stupisce per le sue sconfinate faggete, le pareti rocciose e i numerosi torrenti dalle limpidissime acque. Un territorio da scoprire assaporandolo con la lentezza del cammino guidati da Luca, uno degli ideatori dell’Alta Via delle Marche.

 

Programma

1

Sabato 23 Aprile

Da Fonte Luca (Cantiano) al Monastero di Fonte Avellana (Serra Sant’Abbondio) Ritrovo all'Albergo Monte Cucco da Tobia (punto conclusivo dell'itinerario) e spostamento con minibus con conducente verso località Fonte Luca. Di qui si parte per arrivare fino alla grande croce in vetta al Monte Catria (1701 m), passando lungo suggestivi tratti di faggeta, ampi prati di crinale tra l’Acuto e l’Infilatoio e la chiesetta di San Pier Damiani. Una lunga discesa sul Sentiero dei Carbonai, sempre all’ombra, permette di raggiungere il Monastero di Fonte Avellana, incastonato alla testata di una valle in luogo solitario ed isolato. Visita guidata alle meraviglie del Monastero di Fonte Avellana tra cui la sala adibita a scriptorium del XII secolo e il grande Tasso plurisecolare presente nel giardino botanico. Cena nel refettorio del monastero. Pernotto nella foresteria del Monastero di Fonte Avellana. in camere doppie con bagno privato.

Appassionati ★★★☆

Cammin0 6 h, Distanza 10 km, Dislivello ↑850 m ↓1100 m

2

Domenica 24 Aprile

Dal Monastero di Fonte Avellana (Serra Sant’Abbondio) a Pascelupo (Scheggia e Pascelupo)  Colazione nel refettorio. Dal Monastero di Fonte Avellana si risale la Costa Calecchie per raggiungere prima il Piano di Sant’Angelo e poi il Piano delle Quaglie da dove si ammira una vista incredibile sul Corno del Catria, la parte rocciosa dell’omonimo monte. Tra quelle rocce nidifica l’Aquila reale e non è così raro vederla veleggiare sopra le proprie teste. Si scende poi ad Isola Fossara per camminare lungo il rilassante torrente Sentino e salire infine a Coldipeccio e Pascelupo, località in cui si alloggeremo immersi nella quiete di una piccolissima frazione montana. Sistemazione e pernotto in agriturismo in camere doppie con bagno privato. Cena completa in agriturismo a base di specialità locali.

Appassionati ★★★☆

Cammin0 6 h, Distanza 14 km, Dislivello ↑650 m ↓800 m

3

Lunedì 25 Aprile

Da Pascelupo (Scheggia e Pascelupo) a Val di Ranco (Monte Cucco) Dal piccolo borgo di Pascelupo si scende per toccare le acque del Rio Freddo e la parte finale della sua suggestiva gola e poi salire fino all’Eremo di Pascelupo, ancora oggi utilizzato da uno sparuto nucleo di eremiti. Qui il sentiero si inerpica fino a Pian delle Macinare, alle pendici del Monte Cucco, dove un bel prato bordato da faggi secolari invita ad una sosta rigenerante. L’ultima parte dell’escursione si svolge all’interno di una bella faggeta su di un tratto a mezzacosta sul versante est del Monte Cucco. Al termine dell’escursione sosta consigliata Da Tobia per una birra e una prelibata crescia. Saluti finali e termine dei nostri servizi.

Appassionati ★★★☆

Cammin0 6 h, Distanza 11 km, Dislivello ↑800 m ↓250 m

Costi

Scarica PDF del viaggio

La tua guida

Cammino dell’Alta Via delle Marche
Luca Marcantonelli

Laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari, Guida Ambientale Escursionistica dal 2018 e Guida del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Nel 2015 ha partecipato all’ideazione e realizzazione del cammino “Alta Via delle Marche”. È coautore di due guide escursionistiche pubblicate dalla Iter Edizioni: “A piedi sull’alta Via delle Marche” e “Umbria a piedi”. Fa parte del blog “Con in faccia un po’ di sole” ed è socio fondatore de “La Sibilla Società Cooperativa” che si occupa prevalentemente di escursionismo ed attività outdoor.

Penali e Assicurazioni

Chiedi informazioni: è gratis!

* campi obbligatori

Share

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Altri viaggi che possono interessarti