Trekking

Il trekking è salutare sia per lo spirito che per il fisico

I nostri Valori

 

La vita è fatta di scelte e noi abbiamo fatto le nostre.
Abbiamo scelto di occuparci di un turismo di nicchia!

 

Abbiamo deciso di viaggiare in maniera sostenibile e responsabile.
Ci muoviamo a piedi, con piccoli gruppi di persone interessate a tematiche naturalistiche e culturali.

 

Una guida specializzata accompagna ogni gruppo per rendere gli escursionisti dei viaggiatori consapevoli e non turisti distratti.

Il Ponticello è partner del Parco Naturale del Monte San Bartolo e della Riserva Naturale Statale Gola del Furlo nella Carta Europea del Turismo Sostenibile il Trekking & noi.

Il trekking è salutare sia per lo spirito che per il fisico, per noi significa:

 

  1. Uscire dal quotidiano e liberare la mente da ansie da preoccupazioni.
  2. Inserirsi in un gruppo, incontrando nuovi compagni di viaggio, coi quali condividere emozioni ed avventure e arricchendo il nostro bagaglio di esperienze personali.
  3. Accettare gli imprevisti e saperli vivere con ottimismo: nulla è irrimediabile e gli inconvenienti ci permettono talvolta di superare i nostri limiti, insegnandoci qualcosa.
  4. Sapersi adeguare ai cambiamenti, sviluppando lo spirito di adattamento e permettendoci di apprezzare la semplicità e la condivisione.
  5. Muoversi “slow”, col piacere di guardarsi intorno, contemplando la natura che ci circonda, osservando, annusando e toccando il mondo reale.
  6. Recuperare il valore del proprio tempo.
  7. Liberarsi dal rumore e riguadagnare il piacere dei suoni della natura.
  8. Osservare colori luminosi e dalle mille sfumature.
  9. Muoversi in uno spazio aperto, in cui lo sguardo vaga libero all’orizzonte.
  10. Non avere fretta, l’obbiettivo non è la meta ma l’itinerario fatto per raggiungerla.

E per finire…

 

Crediamo che il viaggio sia prima di tutto un conoscere, un dilatare i tempi e gli spazi per entrare in contatto con i luoghi che ci ospitano. Promuoviamo pertanto un modo di viaggiare responsabile e – quanto più possibile – sostenibile.

 

Crediamo che nella “botte piccola ci sia il vino buono”. Per questo motivo ci spostiamo in gruppi piccoli all’insegna della convivialità, entriamo in contatto con le comunità e i territori che ci ospitano, scegliamo strutture e prodotti locali che supportino l’economia locale e che rispettino i territori che visitiamo.

 

Crediamo che il viaggio sia prima di tutto un’esperienza da vivere, un’emozione da sperimentare e condividere con gli altri. Le nostre escursioni e proposte propongono un viaggiare al di fuori dei circuiti del turismo di massa, alla scoperta di scorci e realtà autentiche e all’insegna di un viaggiare dal volto umano: lo “slow tourism”.

I nostri focus tematici sono:

 

i. Eco-Turismo: trekking, natura e attività outdoor in Parchi Naturali e scenari naturali unici e ricchi di fascino, nel pieno rispetto degli ecosistemi che visitiamo.

 

ii. Turismo enogastronomico: escursioni e viaggi alla scoperta dei migliori produttori locali per capire come le bellezze del territorio si trasformino in bontà da gustare e preservare.

 

iii. Turismo Culturale: il patrimonio naturale dei nostri territori si sposa con il suo incredibile patrimonio culturale, storico e architettonico. Le nostre proposte intrecciano con originalità e competenza natura, arte e cultura. Un modo per vivere a pieno la ricchezza delle nostre terre.

 

“Raro cade chi ben cammina“.
Leonardo da Vinci

I benefici del trekking

Mens sana in Corpore sano

 

Trekking e Salute

Camminando puoi migliorare tono e fibre muscolari, irrorate da più sangue, si ossigenano e si rinforzano; le articolazioni mantengono un elevato grado di elasticità di tendini e legamenti; il tessuto osseo rimane compatto prevenendo rischi di deterioramento precoce dello scheletro come l’osteoporosi.

L’esercizio fisico stimola il tuo cuore ad accrescere massa e potenza.

Muoverti regolarmente modifica la circolazione sanguigna perché le pareti dei vasi sanguigni diventano più elastiche ed il sangue scorre incontrando meno resistenza abbassando il rischio di infarti e ictus.

Fare trekking migliora anche l’apparato respiratorio perché i muscoli annessi alla cassa toracica si rinforzano e permettono un ampliamento dello spazio per i polmoni i quali possono espandersi carichi di ossigeno.
L’attività del camminare è decisamente aerobica, non prevede scatti rapidi e le energie provengono dalla respirazione.

Camminare apporta benefici al sistema nervoso procurando un rilassamento che giova alla mente: alleggerisce la depressione, facilita il sonno e aumenta la soddisfazione emotiva della vita.

Insomma, Il Ponticello è un valido antidepressivo naturale!

 

 

Effetti collaterali del Trekking

  • Assuefazione alla natura, all’aria pura, agli spazi aperti.
  • Intolleranza al traffico e ai rumori assordanti.
  • Minor utilizzo di farmaci e medicine.
  • Rapido aumento di amicizie e relazioni sociali.
  • Calo nella frequentazione di ipermercati.
  • Maggiore conoscenza del territorio, della natura e della biodiversità.

Sintetizzando tutto in due parole…Ti aspettiamo!

Codice difficoltà

Principiante o amante dell’avventura?

Turista

 

Itinerari su stradine, mulattiere o larghi sentieri che non hanno difficoltà di orientamento e non richiedono un allenamento specifico. E’ tuttavia necessario non possedere difficoltà di deambulazione né patologie cardiovascolari.
Dislivello massimo 200 m e durata massima di 3 h di cammino effettivo (soste escluse).

Difficoltà ★☆☆☆

Principiante

 

Itinerari su tracce ben definite. Richiedono un minimo di attrezzatura ed allenamento alla camminata su terreni collinari o montani poco ripidi.
Dislivello massimo 400 m e durata massima di 4 h di cammino effettivo (soste escluse).

Difficoltà ★★☆☆

Appassionato

 

Itinerari su sentieri o tracce ben definite, possono svolgersi in zone innevate a lieve pendenza. Richiedono un minimo di attrezzatura ed una sufficiente capacità di orientamento, allenamento alla camminata in montagna per alcune ore.
Dislivello massimo 600 m e durata massima di 5 h di cammino effettivo (soste escluse).

Difficoltà ★★★☆

Montanaro

 

Itinerari segnalati talvolta con qualche difficoltà: richiedono una discreta conoscenza dall’ambiente montano, passo sicuro e assenza di vertigini. La preparazione fisica dovrebbe essere adeguata ad una giornata di cammino abbastanza continuo.
Dislivello superiore ai 600 m e durata superiore alle 5 h di cammino effettivo (soste escluse).

Difficoltà ★★★★

Scegli un viaggio e un itinerario al tuo livello:

 

TesserAmica

 

Ti permette di partecipare alle attività del Ponticello sostenendo noi e la rete di partner che vi partecipa.
Sono piccole realtà commerciali che operano sul territorio e che, pur mantenendo la loro dimensione artigianale, vogliono aumentare il proprio bacino di utenza.

La Tessera non ha scadenza, viene rilasciata alla cifra di € 2 e offre sconti in numerosi esercizi commerciali.
Completando la Tessera hai diritto ad un’escursione giornaliera gratuita al netto di eventuali degustazioni ed accessi extra.

O in alternativa una delle splendide magliette “griffate” Il Ponticello prodotte seguendo la filiera del Commercio Equo e Solidale.

Qui a fianco trovi l’elenco degli esercizi Tessera Amica

FAQ – Domande Frequenti

Ecco alcune delle domande più “gettonate”. Assicurati di leggerle PRIMA di partire! 🙂

1 – L’escursione è difficile? Io ce la farò?

– E’ una domanda alla quale purtroppo NON possiamo rispondere, soprattutto se non vi conosciamo. I dati oggettivi di ogni escursione sono lunghezza, durata, dislivello e vengono segnalate le difficoltà tecniche che si possono incontrare sul percorso (passaggi esposti, punti in cui è necessario aiutarsi con le mani, etc.). Le informazioni relative a voi sono appunto soggettive e dipendono dal vostro stato di salute e dal vostro allenamento.

Il consiglio che vi diamo è di NON sopravvalutarvi, fare escursioni è un divertimento e non dovrebbe diventare fonte di disagio (abbiamo escursioni per tutti i livelli di difficoltà).
In ogni caso verificate la scala delle difficoltà:
www.ilponticello.net/codice-difficoltà

2 – Come posso iscrivermi?

– Ogni evento è a numero chiuso, la prenotazione è obbligatoria tramite e-mail (almeno 24 h prima dell’inizio dell’evento), al telefono fisso (dal lunedì al venerdì) o al cellulare indicato negli eventi. L’iscrizione è possibile fino ad esaurimento posti.

3 – Come si paga?

Eventi di più giorni: pagamento anticipato. Escursioni di un giorno: le indicazioni sul pagamento variano e sono contenute sul singolo evento. IBAN: http://www.ilponticello.net/contact/

4 – Cosa succede in caso di maltempo?

In caso di rinvio per maltempo gli iscritti saranno avvisati via sms entro le h 18 del giorno precedente. In caso di rinvio o annullamento deciso dall’organizzazione le quote già versate saranno rimborsate o potranno essere utilizzate per la stessa o altre escursioni. Se l’escursione è confermata dall’organizzazione, ai partecipanti che hanno già pagato e non si presenteranno al ritrovo indicato non sarà restituita la quota (“no show”).

5 – Posso portare il mio cane?

A noi piacciono i cani ma la loro presenza non dipende da noi ma dalle leggi vigenti in materia di fauna selvatica. In ogni caso i cani durante le escursioni vanno tenuti al guinzaglio. Per regolamento alcuni parchi nazionali non accettano cani liberi nè al guinzaglio in alcune aree ben definite. Sarà vostro scrupolo informarci SEMPRE della presenza di cani e della possibilità di portarli con voi.

6 – Non ho gli scarponi, posso venire ugualmente?

Dipende dal giro che avete scelto. In alcuni casi per motivi di sicurezza la guida non vi permetterà di partire per cui vi raccomandiamo di avere l’abbigliamento richiesto (inclusa l’acqua nelle quantità minime indicate). E in ogni caso fateci questa domanda PRIMA di partire. Per approfondimenti leggete questa pagina: http://www.ilponticello.net/le-stagioni-e-labbigliamento/

7 – Non ho la macchina, come posso fare?

Gli spostamento avvengono con mezzi propri (auto private). Di solito però è possibile ottenere un passaggio da altri partecipanti. Verificate direttamente con la guida questa possibilità, potrà comunque capitare che non abbia la certezza di potervi trovare un posto in auto.

8 – Siamo assicurati in caso di infortunio?

Per le escursioni in Italia non siete coperti da assicurazione infortunistica a meno che abbiate vostre assicurazioni personali. Il pronto intervento in montagna in Italia è gratuito (escluse le regioni alpine) e a carico del Servizio Sanitario Nazionale (interventi in elisoccorso inclusi). Nel caso di viaggi all’estero siete invece assicurati anche in caso di infortunio. http://www.ilponticello.net/wp-content/uploads/2014/01/Viaggi-Nostop-Vacanza.pdf

9 – I bambini possono partecipare?

I bambini sono sempre una gioia ma a dover valutare le loro capacità di resistenza siete voi che li conoscete meglio di tutti. Potete chiedere un consiglio alla guida ma la decisione spetta a voi sulla base delle esperienze già fatte in montagna.

10 – Sono possibili punti di ritrovo diversi da quelli indicati?

Purtroppo non ci è possibile per motivi organizzativi aspettarvi in punti diversi dai due siti di ritrovo solitamente indicati nei programmi (1° punto – Pesaro / Fano / Civitanova Marche / Riccione e 2° punto – località in cui inizia l’escursione). Comunque in caso di esigenze particolari contattate la guida e farà del suo meglio per aiutarvi.